Cade alla Parigi-Dakar e viene operato al Maggiore di Bologna

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Intervento al bacino per il 51enne che presto tornerà a correre
Intervento al bacino per il 51enne che presto tornerà a correre

(ANSA) – BOLOGNA, 24 GEN – Dalle dune della Parigi Dakar
all’ospedale Maggiore di Bologna. È stato un amaro risveglio
quello di Lorenzo Maestrami, 51 anni, di Loiano nel Bolognese e
da sempre appassionato di moto e di corse. Quest’anno aveva
deciso di partecipare alla leggendaria corsa nel deserto, che è
partita il 31 dicembre scorso dall’Arabia Saudita. La corsa per
Maestroni, pero, è terminata l’11 gennaio, quattro giorni prima
dell’arrivo al traguardo. “Ho corso bene fino al 10 gennaio – ha spiegato -, anche il
mio team e la mia moto, una Ktm speciale rally repliche,
funzionavano bene. Improvvisamente l’11 gennaio, all’inizio di
una prova speciale, da un lungo rettilineo sono decollato su un
piano piu basso di circa 6 o 7 metri, dove sono atterrato. Tutto
il peso della moto e del corpo è stato scaricato sul bacino, che
è stato il punto più danneggiato assieme ad un polso e alle
caviglie”. Per il motociclista sono scattati immediatamente i
soccorsi. Trasportato all’ospedale militare nei pressi Dammam,
Maestrami è rimasto qui qualche giorno per consentirne la
stabilizzazione delle condizioni. Il 14 gennaio, la società
medica francese che gestisce i traumi dei partecipanti alla gara
ha preso contatti con l’equipe di Federico De Iure, direttore
della Chirurgia Vertebrale d’Urgenza e del Trauma dell’ospedale
Maggiore, centro di III livello con il maggior volume di
casistiche a livello nazionale per le fratture della colonna
vertebrale e della pelvi. “Dai medici che avevano in cura il paziente a Riad era stata
fatta una diagnosi di lesione complessa della colonna vertebrale
- ha detto De Iure – e per questo il paziente è stato portato
all’ospedale Maggiore a Bologna”. Ma all’arrivo in Italia, gli
accertamenti hanno dato un esito più favorevole. “La lesione era
localizzata al bacino”. Il motociclista è stato operato il 19
gennaio dall’equipe del Trauma center del Maggiore sotto la
guida di Matteo Commessatti, chirurgo specializzato nella
traumatologia del bacino. Il paziente, che dopo l’operazione è
già in grado di stare seduto, dopo una riabilitazione di due o
tre mesi potrà gradualmente riprendere le sue attività. E
perfino tornare ad andare in moto. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.