Sindaco vieta cibare piccioni, per animalisti è maltrattamento

Access to the comments Commenti
Di ANSA
A Vallefoglia nel Pesarese misura per igiene. Aidaa, esposto
A Vallefoglia nel Pesarese misura per igiene. Aidaa, esposto

(ANSA) – COLBORDOLO, 19 GEN – Il sindaco in ‘guerra’
contro piccioni e colombi; gli animalisti contrattaccano con un
esposto per maltrattamento di animali. Il caso a Vallefoglia,
nel Pesarese, dove nei giorni scorsi il sindaco Palmiro
Ucchelli, ex segretario regionale Pd, ha emesso un’ordinanza per
vietare alle persone di dare da mangiare ai piccioni per
fronteggiare problemi di igiene e cattivi odori e il rischio
potenziale di malattie veicolate da volatili. Una misura “illegale”, secondo l’Associazione Italiana Difesa
Animali ed Ambiente (Aidaa) che annuncia la presentazione,
domani, di un esposto contro il primo cittadino per l’ipotesi
del reato di maltrattamento di animali (art. 544 del codice
penale). “Crediamo – afferma l’associazione animalista – che non
sia quella di affamare i piccioni il modo giusto di porsi, anzi
siamo certi della illegittimità morale e pensiamo anche sotto il
profilo legale di ordinanze come queste che contengono di fatto
seppure in maniera larvata gli estremi per il reato di
maltrattamento di animali”. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.