'Niente sorrisi e abiti vistosi per evitare stupri', è polemica

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Protestano studenti dopo opuscolo del Comune Cividale del Friuli
Protestano studenti dopo opuscolo del Comune Cividale del Friuli

(ANSA) – UDINE, 13 GEN – “Non fate sorrisi ironici o
provocatori a sconosciuti”; “evitate di indossare oggetti di
valore”; “ricordate che l’aggressore osserva e seleziona le
vittime anche sulla base di alcuni particolari come gioielli e
l’abbigliamento eccessivamente elegante o vistoso”: è polemica a
Cividale del Friuli per i consigli alle donne, potenziali
vittime di violenza di genere, contenuti in un opuscolo
realizzato e distribuito dal Comune nelle scuole superiori della
cittadina friulana. Le affermazioni sono state contestate dagli studenti e nei
corridoi del Convitto nazionale Paolo Diacono sono comparsi
anche cartelli di dissenso, con i giovani che si sono riuniti in
assemblea. “Protestiamo perché riteniamo inaccettabili le frasi
contenute in questo opuscolo – ha detto Beatrice Bertossi,
coordinatrice del Movimento studentesco per il futuro -, ma
contestiamo anche l’opportunità stessa di un volantino rivolto
alle potenziali vittime, quando è noto che la prevenzione delle
violenze di genere deve partire innanzitutto dagli aggressori”. I cartelli esposti a scuola recitano frasi come “Condanniamo
la violenza patriarcale nelle scuole”, “Giù le mani dai nostri
corpi, la violenza non è mai giustificata”, “Contro ogni
oppressione, contro ogni oppressore”. “Ci stiamo riunendo tra noi e stiamo parlando anche con i
nostri docenti – ha aggiunto Bertossi – per verificare quali
altre iniziative di protesta possiamo organizzare per ribadire
la nostra corale condanna a un’iniziativa di questo tipo. Siamo
convinti che alla violenza ci si oppone con l’educazione, non
con la colpevolizzazione delle vittime”. Contro i contenuti del volantino, per la parte relativa alla
violenza di genere, si è schierata anche l’opposizione in
consiglio comunale. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.