EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Tar, togliere armi a chi dà un fucile a un minorenne

Respinto ricorso di un cacciatore savonese contro il Viminale
Respinto ricorso di un cacciatore savonese contro il Viminale
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - GENOVA, 10 GEN - Giusto vietare la detenzione di armi e munizioni a un cacciatore che ha permesso l'utilizzo di un fucile a un minorenne. Lo ha stabilito una sentenza del Tar della Liguria che ha respinto il ricorso di un cacciatore che si era opposto agli atti di Ministero dell'Interno, Questura e Prefettura di Savona che avevano disposto la revoca del porto di fucile e il divieto di detenzione di armi e munizioni. "Nel caso di specie, non è contestato che il ricorrente abbia lasciato il proprio fucile nella disponibilità di un minore, in luoghi e tempi in cui si svolgeva l'attività venatoria - spiega il Tar nella sentenza - Si tratta di un fatto che è stato apprezzato dalla Prefettura come indicativo dell'inaffidabilità del ricorrente, secondo una valutazione che, date le circostanze, non pare illogica né arbitraria". Il caso nasce dalla segnalazione di personale volontario impegnato nel controllo dell'esercizio venatorio che aveva riscontrato la presenza di un minore intento a cacciare, in assenza delle necessarie autorizzazioni. Intervenuti sul posto, i carabinieri di Cairo Montenotte avevano appurato che il fucile da caccia impugnato dal giovane era di proprietà del ricorrente. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Nato: governo italiano contro nomina di uno spagnolo a rappresentante speciale per il Mediterraneo

Le notizie del giorno | 25 luglio - Serale

Putin ospita il siriano Assad al Cremlino, mentre sale la tensione in Medio Oriente