Morto ex procuratore di Taranto Sebastio, indagò sull'Ilva

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Aveva 80 anni, coordinò indagine sull'omicidio di Sarah Scazzi
Aveva 80 anni, coordinò indagine sull'omicidio di Sarah Scazzi

(ANSA) – TARANTO, 10 GEN – E’ morto a 80 anni Franco
Sebastio, ex procuratore di Taranto e magistrato simbolo della
lotta all’inquinamento industriale, che avviò l’inchiesta
sull’Ilva gestita dai Riva chiamata ‘Ambiente Svenduto’. Nel
2017 fu candidato sindaco per una lista civica e fu poi nominato
dal primo cittadino Rinaldo Melucci assessore alla Cultura e
alla Legalità. Sebastio da domenica sera era ricoverato
all’ospedale Moscati, dove si è spento poche ore fa. Oltre alle
numerose indagini sull’inquinamento, portò avanti una delle
prime inchieste per mobbing in relazione al trasferimento di
lavoratori del Siderurgico “indesiderati” nella palazzina Laf e
si occupò anche del caso dell’omicidio di Sarah Scazzi, la
15enne di Avetrana uccisa e buttata in un pozzo il 26 agosto del
2010. Sebastio iniziò la sua carriera da cancelliere, a 20 anni,
poi vinse il concorso in magistratura. Nel 1982 da pretore di
Taranto “firmò” la prima sentenza per inquinamento (“Getto
pericoloso di cose”) contro i responsabili del Siderurgico. Fu
procuratore aggiunto e poi procuratore dal 2008, a 65 anni, fino
alla pensione. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.