Migranti: Ocean Viking e Geo Barents ad Ancona l'11 gennaio

Access to the comments Commenti
Di ANSA
In totale 110 persone. Prefetto, pronti ad accoglierli
In totale 110 persone. Prefetto, pronti ad accoglierli

(ANSA) – ANCONA, 08 GEN – Arriveranno entrambe nel porto di
Ancona mercoledì 11 gennaio, dopo 4 giorni di navigazione, a
poche ore di distanza l’una dall’altra, le due navi che
trasportano migranti soccorsi nel Mediterraneo. La Ocean Viking,
di Sos Meditarranee, dove ci sono 37 migranti dovrebbe
attraccare alla banchina 22 alle 8:00. La Geo Barents, di
Medici senza frontiere, dovrebbe arrivare intorno alle 11:00,
con 73 migranti a bordo. In tutto 110 persone, tra cui un numero
ancora imprecisato di minori, alcuni non accompagnati. “Siamo
pronti ad accoglierli tutti” dice all’ANSA il prefetto di
Ancona Darco Pellos, che ieri ha presieduto due riunioni per
organizzare le operazioni di sbarco e assistenza. Ma le
riunioni, aggiunge, sono “continuative”. Le strutture per le
operazioni di assistenza ai migranti installate alla banchina
22, saranno pronte “domani sera”. Lì verranno effettuati
“accertamenti sanitari, distribuzione pasti e kit di prima
assistenza, identificazione”. Tra i partecipanti alle riunioni
la sindaca di Ancona Valeria Mancinelli, il dirigente della
Protezione civile regionale Stefano Stefoni, il commissario
dell’Ast (Azienda Sanitaria Territoriale) 2 di Ancona Nadia
Storti, rappresentanti dell’Autorità di sistema portuale del
Mare Adriatico Centrale, della Capitaneria di porto, delle forze
dell’ordine, della sanità marittima. Pellos sottolinea che “c‘è
una grande disponibilità da parte della Regione Marche, con la
protezione civile, per la parte logistica e l’assistenza
sanitaria. Ma in generale abbiamo avuto una buona risposta da
tutto il territorio”. Una volta completato l’iter i migranti
verranno subito trasferiti verso le destinazioni che saranno
indicate dal Ministero dell’Interno (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.