Vescovo Norcia, non conferma Legnini è schiaffo alla gente

Per mons. Boccardo "operazione figlia di politica scellerata"
Per mons. Boccardo "operazione figlia di politica scellerata"
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PERUGIA, 03 GEN - "La non riconferma di Giovanni Legnini alla guida della Struttura commissariale per la ricostruzione post sisma è uno schiaffo alle popolazioni terremotate": a dirlo all'ANSA è il vescovo della diocesi Spoleto-Norcia, mons. Renato Boccardo, commentando l'avvicendamento con il senatore Guido Castelli. "Non ho nulla contro il nuovo commissario, che per altro non conosco - ha spiegato - ma credo che l'operazione sia figlia di una politica scellerata e di basso livello che passa sopra le teste della gente". "Il Governo ci spieghi il senso di questi avvicendamento, visti i risultati ottenuti in questi anni dal commissario Legnini", ha detto ancora monsignor Boccardo. "Legnini - ha proseguito - ha dimostrato di essere persona seria e capace. La sua sostituzione offende le differenze dei cittadini". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni regionali in Basilicata: chiusi i seggi, via allo spoglio. Centrodestra favorito con Bardi

Milano, violenze e torture su minori al carcere Cesare Beccaria: 13 agenti arrestati

Le notizie del giorno | 22 aprile - Pomeridiane