Migranti: Fatima, nata su una motovedetta in porto Lampedusa

Madre e figlia poi trasportate con l'elisoccorso ad Agrigento
Madre e figlia poi trasportate con l'elisoccorso ad Agrigento
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - LAMPEDUSA, 20 DIC - E' stata chiamata Fatima la piccola che è nata ieri sera, alle 22,30, su una motovedetta della Guardia costiera mentre era in corso l'attracco al molo Favarolo di Lampedusa. La neonata, assieme alla mamma: una giovane ivoriana, sono state portate durante la notte, in elisoccorso del 118, in un ospedale di Agrigento. Stanno entrambe bene. Il trasferimento è stato fatto affinché vengano sottoposte ad accertamenti medici. La motovedetta della Guardia costiera aveva soccorso la barca alla deriva, al largo di Lampedusa, con a bordo 43 persone - fra cui 17 donne e 3 minori - scappate da Costa d'Avorio, Guinea, Mali e Burkina. Il parto è avvenuto durante le fasi di attracco. Non c'è stato il tempo di trasferire la donna al Poliambulatorio di Lampedusa e la bimba è nata sulla motovedetta. L'ivoriana, madre di un'altra figlia, è stata assistita da medici ed infermieri dell'Asp di Palermo, dell'Usmaf e del 118, alla presenza di un mediatore culturale. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Israele, capo intelligence militare Haliva si dimette per l'attacco del 7 ottobre di Hamas

La pazza corsa alla spesa militare in Europa, l'Italia non partecipa

Kosovo, serbi boicottano il voto: fallisce il referendum contro i sindaci albanesi