Scompare yacht russo congelato in Sardegna, scalo in Tunisia

La Guardia di Finanza di Olbia emette sanzioni da 500mila euro
La Guardia di Finanza di Olbia emette sanzioni da 500mila euro
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - OLBIA, 06 DIC - Lo yacht da 22 metri Aldabra, di proprietà dell'oligarca russo Dmitry Mazepin, ormeggiato al porto di Olbia e congelato dalle autorità italiane insieme con la lussuosa villa Rocky Ram, in Costa Smeralda, che il magnate vicino a Putin aveva acquistato da Carlo De Benedetti, era sparito misteriosamente da questa estate. I finanzieri del Gruppo di Olbia, guidati dal capitano Carlo Lazzari, dopo mesi di indagini articolate estese in campo internazionale, hanno accertato che l'Aldabra ha lasciato illegalmente l'Italia e ha fatto scalo in Tunisia, passando per il porto di Biserta. A fargli varcare i confini nazionali, violando il congelamento dei beni disposto sulle proprietà di Mazepin, è stato il comandante italiano dell'imbarcazione. Ora non si sa dove si trovi il super yacht, ma nei giorni scorsi i finanzieri hanno notificato pesantissime sanzioni amministrative al comandante, alla società armatrice della barca e allo stesso Mazepin. L'ammenda può arrivare fino a 500 mila euro, il suo importo sarà deciso dal Comitato di sicurezza finanziario. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni Ue, Grecia: disoccupazione alta e salari bassi preoccupano i giovani

Le notizie del giorno | 17 aprile - Serale

L'Ue chiede il rilascio di un suo dipendente svedese detenuto in Iran da due anni