Tetraplegico morto, ha realizzato il sogno della maratona a Ny

Il fratello Dario, hai lasciato la voglia di non arrendersi mai
Il fratello Dario, hai lasciato la voglia di non arrendersi mai
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - NAPOLI, 17 NOV - Aveva un sogno, correre la maratona di New York. E lo scorso 6 novembre quel sogno, Franco Leo, 53 anni, tetraplegico dalla nascita, di Bellizzi (Salerno), lo ha realizzato. Spinto in carrozzella da suo fratello Dario, dopo anni di allenamento, quei 42 km e 195 metri li ha percorsi con la felicità nel cuore. Quel cuore che ieri sera ha smesso di sbattere. "Te ne sei andato così.. in una sera di pioggia. E come avviene proprio nei giorni di pioggia, ci lasci sgomenti, infreddoliti, tristi. Ciò che mi rende sereno è che il cielo ha voluto regalarti, pochi giorni prima della tua fine, il tuo sogno tanto atteso - scrive il fratello sulla pagina Fb Sognoattivo - Non trovo parole per descrivere il vuoto che lasci in ognuno di noi, ma, mi permetto ,il vuoto in me è immenso perché in questi ultimi due anni siamo stati più uniti che mai: tu la mente, io le tue gambe. I nostri allenamenti, i piccoli viaggi per poter partecipare alle varie maratone, le risate , le interviste, le fotografie". "Fratello mio, te ne sei andato felice di aver trascorso dei giorni meravigliosi. Hai lasciato in tutti noi la voglia di non arrendersi mai - continua Dario - Sarai sempre con me, mi guiderai e mi darai la forza di portare avanti il sognoattivo di tanti altri ragazzi che hanno preso ispirazione dalla tua testa dura. Ti voglio bene Franco". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Svizzera: referendum per la riforma delle pensioni, urne aperte

Gaza: proteste a Tel Aviv e Gerusalemme, attesa la reazione di Hamas per il cessate il fuoco

Missili Taurus a Kiev, Mosca intercetta ufficiali tedeschi: è polemica