EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Terremoto: Ricci, Acquaroli chieda a governo stato d'emergenza

Sindaco Pesaro, "non ascolti irresponsabili che discriminano"
Sindaco Pesaro, "non ascolti irresponsabili che discriminano"
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ANCONA, 18 NOV - "Acquaroli faccia il presidente della Regione Marche e non ascolti gli irresponsabili che discriminano un Comune dall'altro per il colore politico. Chieda al governo lo stato d'emergenza e lavoriamo insieme per ottenere i fondi che servono a sistemare gli edifici danneggiati". È l'appello lanciato dal sindaco di Pesaro Matteo Ricci, che questa mattina si è recato davanti ad uno degli edifici sgomberati a causa del forte terremoto. "Ho letto un resoconto vergognoso del Consiglio regionale di ieri - attacca Ricci -. Come fa la destra a dire che non abbiamo bisogno di aiuto? Ogni giorno sommiamo danni al patrimonio pubblico (scuole, musei, biblioteche, uffici pubblici ndr) a quello privato. Lo stato d'emergenza è la precondizione per essere aiutati. Pesaro, Fano e altre città della costa hanno bisogno di un sostegno concreto, tutti i marchigiani hanno gli stessi diritti". Quello dello scorso 9 novembre è stato il terremoto più forte degli ultimi 100 anni nel territorio settentrionale delle Marche. "Quando ci sono calamità come queste si aiutano i cittadini danneggiati. - conclude il sindaco di Pesaro - Se nessuno lo farà come faranno le persone sfollate a rientrare nelle proprie abitazioni?". In un video girato davanti ad un condominio sgomberato ieri a Pesaro, Ricci chiede: "come faranno queste 59 persone a rientrare nella loro abitazione, se non ci sarà qualcuno che li aiuterà? Siamo davanti un edificio che ieri è stato sgomberato: 59 persone sono sfollate perché, a causa del terremoto, è inagibile". "Ogni giorno se sommiamo danni a patrimonio pubblico, - ricorda - scuole, musei, biblioteche e uffici, a quello privato, come questo palazzo, come facciamo ad avere un aiuto dello Stato se il Consiglio regionale non chiede lo stato d'emergenza? Tutti i cittadini hanno gli stessi diritti e quando c'è una calamità - conclude - si aiutano i cittadini danneggiati, Su questo sisma la parte danneggiata e la costa del Nord delle Marche. Chiedete lo stato d'emergenza e lavoriamo insieme per ottenere i fondi che servono per mettere a posto gli edifici danneggiati". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra a Gaza: decine di morti nel campo di Nuseirat, la Nuova Zelanda contro Israele

Pakistan: tre morti e venti feriti in un attacco durante una marcia per la pace

Blocco informatico: lento ripristino delle attività dopo l'aggiornamento di Crowdstrike