EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Sgrò, ho scritto al Papa perchè riapra il caso Estermann

Legale madre Tornay, 'indagini fatte male
Legale madre Tornay, 'indagini fatte male
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 29 NOV - "Dopo un'ora era stato dato Cedric come colpevole, non si sa che cosa abbia fatto Estermann quel giorno, non si sa che cosa abbia fatto la moglie Gladys Romero quel giorno, i medici legali entrano in casa a fare i rilievi alle dieci e intorno alle dieci e mezza di sera la madre viene informata del fatto, mentre all'una la sala stampa dirà già come tutto è avvenuto". E ancora, "Cedric ha la pistola sotto il petto, chi lo sposta il cadavere a quell'ora? Non vengono fatti rilievi, nemmeno delle tracce ematiche, non c'è un'analisi del sangue, non è stata presa nessuna traccia biologica". A ricostruire tutte le incongruenze di una indagine quanto meno "sommaria", è l'avvocatessa Laura Sgrò, legale della madre di Cedric Tornay, che stasera ha presentato il suo libro "Sangue in Vaticano. Le inquietanti verità sulla strage nella Guardia svizzera", (Rizzoli) alla presenza della madre del giovane. Per Sgrò il caso si potrebbe "riaprire" perchè "l'indagine è stata condotta male". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Usa: si dimette il capo del Secret Service, Biden "a breve nominerò nuovo direttore servizi segreti"

Le notizie del giorno | 23 luglio - Serale

Cina media un accordo interno tra fazioni palestinesi per la gestione postbellica di Gaza