EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Omicidi Roma:sospettato, ricordo casa cinesi, poi black out

"Ho vagato con vestiti sporchi sangue, poi a casa di mia madre"
"Ho vagato con vestiti sporchi sangue, poi a casa di mia madre"
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - "Ricordo di essere stato in quella casa di via Riboty con delle ragazze cinesi e di avere tamponato la ferita alla gola di una di loro ma poi ho un black out e non più nulla. Non ricordo di essere stato in via Durazzo, ho solo vagato per due giorni senza mangiare né dormire". E' quanto avrebbe riferito Giandavide De Pau, l'uomo fortemente sospettato di essere l'autore del triplice femminicidio, nel corso dell'interrogatorio durato oltre sette ore in Questura. "Dopo avere vagato per due giorni, sono andato a casa di mia madre e mia sorella con i vestiti ancora sporchi di sangue. Ero stravolto e mi sono messo a dormire per circa due ore e poi sono arrivati i poliziotti a prendermi intorno alle sei di mattina", ha aggiunto. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Le notizie del giorno | 15 luglio - Serale

Attentato a Donald Trump, le teorie cospirative e le fake news da milioni di visualizzazioni

La Nato inaugura il centro di comando per il supporto all'Ucraina in Germania