Maltempo: cumuli di rifiuti dopo mareggiata a Fiumicino

Trascinati dalle onde su scogliere e strada zona faro
Trascinati dalle onde su scogliere e strada zona faro
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 24 NOV - Tronchi, plastica, polistirolo, bottiglie di vetro, canne, detriti. Accanto ai pesanti disagi per allagamenti e danni a strutture balneari, è questa, ancora una volta come in analoghe situazioni, l' "eredità" della violenta mareggiata sulle scogliere a difesa della zona del vecchio faro a Fiumicino, alla foce del Tevere. Cumuli di rifiuti trascinati dalle onde sugli scogli ma anche sulla stessa strada di accesso al comprensorio, assieme a fanghiglia. Una parte di detriti è stata già rimossa sul piazzale più vicino al Porticciolo ma rimangono ancora sedimenti sul ciglio della parte finale di via del Faro. Anche sulle spiagge presenti detriti e rifiuti. Una "tegola" che puntualmente ogni anno si ripresenta e che costringe le amministrazioni costiere a subirne ancora una volta le conseguenze ed a fare i conti per pianificare le bonifiche. Negli ultimi mesi è stata quindi ormai completamente vanificata la rilevante opera di bonifica dei detriti sulle scogliere da parte del comune di Fiumicino e della Regione Lazio, compiuta poco meno di due anni fa. Intanto, il capogruppo della lista Crescere Insieme a Fiumicino, Roberto Severini, ha lanciato un appello per i cittadini evacuati al Passo della Sentinella che hanno avuto "danni, anche gravi, ai mobili contenuti nelle case che si sono allagate: ora, molti residenti si ritrovano con cucine, tavoli, sedie e quant'altro completamente rovinato dall'acqua e non sanno come disfarsene. Tenendo conto dello stato d'emergenza indetto dal Sindaco, chiediamo di organizzare una raccolta speciale di rifiuti ingombranti per venire incontro a tutti i cittadini costretti ad affrontare questa spiacevole situazione. Altra soluzione possibile sarebbe quella di posizionare a Parco Scagliosi degli scarrabili, per dare modo ai residenti di liberarsi di queste macerie". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza: Israele accetta la proposta per il cessate il fuoco, "ora spetta ad Hamas"

Mar Rosso: affonda la Rubymar attaccata dagli Houthi

Roma, il cancelliere tedesco Scholz a colloquio privato con Papa Francesco