Scarcerato Bilal, 'non ha 14 anni e torna in comunità'

Decisione del Tribunale per i minori dopo ultimi esiti medici
Decisione del Tribunale per i minori dopo ultimi esiti medici
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 07 NOV - E' stato scarcerato dal Cpa di Torino Bilal, il ragazzino marocchino protagonista nelle ultime settimane di una raffica di furti, rapine e fatti violenti soprattutto nella zona della stazione Centrale di Milano. È uscito nei giorni scorsi ed è stato ricollocato in una comunità con una misura di sicurezza. Lo ha deciso il gip del Tribunale per i minorenni di Milano. Bilal, infatti, ha poco più di 13 anni: lo ha stabilito la perizia disposta dal gip del Tribunale per i minorenni di Milano, dato che agli atti c'erano una serie di elementi discordanti sulla sua età (prima si era detto avesse 12 anni e poi 14). L'esito della perizia ha portato nei giorni scorsi alla scarcerazione del ragazzino, perché non imputabile, dall'istituto di pena minorile dove era detenuto. Ora è stato collocato in comunità con una misura di sicurezza che, viene precisato da fonti giudiziarie, è una misura penale disposta sulla base della sua "pericolosità sociale". Ad ogni modo, il ragazzo resta allo stato non imputabile e quindi anche la violazione della misura non produrrebbe effetti. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Scuole sotterranee in Ucraina: a Kharkiv bunker per le lezioni

La madre di Navalny denuncia le autorità russe: "Datemi la salma di mio figlio"

Londra, nuove banconote con l'immagine di re Carlo