Due sparatorie a Gela con tre feriti lievi: indagini

E' un 21enne che con un complice indossava una maschera
E' un 21enne che con un complice indossava una maschera
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - GELA, 23 OTT - Sono in corso indagini della polizia per fare luce su due sparatorie che ieri si sono susseguite, a distanza di poche ore l'una dall'altra, a Gela. La notizia è pubblicata oggi da alcuni quotidiani. Il bilancio è di tre feriti lievi che in queste ore sono stati sentiti dagli agenti del commissariato, anche se al momento da parte degli investigatori non trapela nulla. Il primo agguato è scattato intorno a mezzogiorno in via Niscemi, nelle vicinanze del campo sportivo e di una scuola frequentata da centinaia di bambini. Cinque colpi di pistola sono stati esplosi all'indirizzo di due ambulanti, Vincenzo Cosca e Carmelo Famao, che sono stati feriti in maniera lieve. Cosca e Famao, 23 e 25 anni, al momento dell'agguato si trovavano vicino a una motoape adibita alla vendita di frutta e verdura. Qualcuno a bordo di uno scooter si è avvicinato e ha fatto fuoco colpendoli agli arti inferiori. Intorno alle 15.30 un'altra sparatoria in aperta campagna, in contrada Macconi. La vittima, Francesco Casco, di 23 anni, era in bici quando è stato raggiunto da un colpo di pistola alla gamba. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Belgio, il Consiglio di Stato autorizza la riunione dell'estrema destra

Protesta in Georgia contro la "legge russa" sugli agenti stranieri, scontri con la polizia e arresti

Roma, la ripresa economica passa per Bruxelles e per le elezioni europee