Modella denuncia, costretta a prostituirmi sotto effetto cocaina

Ricattata da un pr ossessionato dal sesso
Ricattata da un pr ossessionato dal sesso
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 19 SET - Una modella internazionale ha denunciato nei giorni scorsi alla Procura di Milano di essere stata costretta a prostituirsi, sotto l'effetto di cocaina e benzedrine, da un pr del capoluogo lombardo. "Sono vittima delle minacce e della droga. Mi ha somministrato benzedrina - ha raccontato nella denuncia la giovane donna - Ho una lesione al naso, per la cocaina. Mi ha convinto a filmare i nostri rapporti sessuali: ha minacciato di inviare i video alla mia famiglia. Ho avuto rapporti sessuali con altri uomini, in sua presenza: mi ha obbligato a prostituirmi. Ha organizzato feste a base di droga e sesso... Io sono disposta a indicare i nomi di ogni persona coinvolta". La ragazza ha origini italiane e nel marzo del 2021 aveva deciso di venire a Milano per avviare la procedura della cittadinanza. "Una conoscente mi ha fatto il nome di quest' uomo", attivo anche come pr nel circuito delle modelle, e la giovane donna aveva deciso di soggiornare da lui, in un appartamento a pochi metri da un'agenzia di casting. Ne era nata una relazione. "Dopo pochissimo tempo, sono diventata completamente dipendente da lui... Si tratta di una persona ossessionata dal sesso. Io ero disposta a tutto - ha raccontato -. Lo assecondavo in ogni richiesta anche quando mi convinceva a compiere atti che mai avrei pensato di fare...". Trascorrono i mesi tra Milano e Porto Cervo. "Ha cominciato a picchiarmi e minacciare di rivelare che mi drogavo. Ero sotto ricatto. Un giorno mi ha detto di aver fatto sesso con me tutta la notte, ma ero così stordita che non riuscivo a ricordare niente". La ragazza ha quindi deciso di andarsene dall'Italia dopo aver presentato denuncia tramite un legale. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il Parlamento europeo approva il divieto sui prodotti realizzati con lavoro forzato

Parigi: la polizia sgombera decine di migranti davanti all'Università Sorbona

Regno Unito, legge sui migranti: i richiedenti asilo saranno deportati in Ruanda