Notte in grotta per famiglia dispersa su Tre Cime, salvati

Avevano sbagliato sentiero, ore all'addiaccio sotto temporale
Avevano sbagliato sentiero, ore all'addiaccio sotto temporale
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - VENEZIA, 07 SET - Brutta avventura per una famiglia toscana in vacanza sulle Dolomiti che, dopo aver sbagliato un sentiero, è stata costretta a passare parte della scorsa notte in una grotta, a 2.000 metri di quota, sotto le Tre Cime di Lavaredo, mentre imperversava un forte temporale. I quattro, padre di 51 anni, madre di 50, e due figli, una 22enne e un 13enne, di Massa, alla lanciato l'allarme al Soccorso Alpino poco prima della mezzanotte, spiegando che erano in forte difficoltà; erano partiti in mattinata per il giro delle Tre Cime,, in direzione del Rifugio Locatelli, ma ad un certo avevano sbagliato sentiero, smarrendosi. Mentre a sera cercavano ancora di rientrare nel percorso, si è scatenato un temporale, ed ha iniziato a fare freddo. La famiglia si è riparata in una grotta sotto la Torre di Toblin, senza pile, bagnati e infreddoliti. Dopo aver ricevuto le coordinate del punto in cui si trovano, otto soccorritori di Auronzo e Dobbiaco si sono avvicinati in jeep poco prima del Locatelli per poi proseguire a piedi una mezz'ora. Dopo averli raggiunti, i soccorritori hanno dato loro coperte e giacche per riscaldarli, per poi tornare ai mezzi e accompagnarli alla loro auto al Rifugio Auronzo. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina, Kiev teme un tentativo di sfondamento più ampio nell'estate del 2024

Ungheria, ecco le norme sull'immigrazione più severe d'Europa

Repubblica Democratica del Congo: preoccupa l'inquinamento da estrazione petrolifera