EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Migranti:Catanzaro,arcivescovo in visita a Palasport

Mons. Maniago: da città grande spirito di accoglienza
Mons. Maniago: da città grande spirito di accoglienza
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CATANZARO, 26 AGO - L'arcivescovo di Catanzaro-Squillace, mons. Claudio Maniago ha fatto visita ai migranti che da tre giorni dopo essere giunti a bordo di un barcone stracolmo di persone (erano 451), sono ospitati all'interno del Palazzetto dello Sport "Palagallo" in località Corvo. Accompagnato dai rappresentanti del Comune, il presule ha incontrato i profughi e ha salutato e ringraziato gli operatori che stanno gestendo l'accoglienza, tra cui sanitari, forze dell'ordine, volontari e mediatori culturali. "Un messaggio di forte speranza - ha detto mons. Maniago - di fronte a un dramma, perché certamente si tratta di persone disperate alla ricerca della possibilità di sopravvivenza. Ma il messaggio più bello arriva dalla città che ha saputo reagire con grande spirito di accoglienza. E' buon segno, vuol dire che si può nutrire speranza". "Ho detto ai migranti - ha aggiunto l'arcivescovo - di sentirci vicino e ho dato loro la benedizione di Dio. Grazie alla mediatrice culturale, ho comunicato che stiamo vicino loro anche alla loro famiglia. Perché nel loro trauma c'è anche quello di vivere lontani dalle loro persone care. La nostra città e la nostra regione devono dimostrare di avere speranza e lo si deve fare accogliendo chi sta peggio di noi". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cipro, cinquant' anni dopo l'invasione turca del 1974 che portò alla spartizione del Paese

Le notizie del giorno | 17 luglio - Serale

Parigi 2024, la sindaca Hidalgo nuota nella Senna alla vigilia delle Olimpiadi