EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

In canale Brenta in secca vecchie casseforti, forse della Mala

Scoperte a Vigonovo, vicino al 'cimitero' auto banda Maniero
Scoperte a Vigonovo, vicino al 'cimitero' auto banda Maniero
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - VENEZIA, 20 AGO - Quattro vecchie casseforti, corrose dall'acqua e dalla ruggine, sono state scoperte abbandonate sul fondo in secca dell'idrovia (mai completata) Padova-Venezia, nel territorio di Vigonovo (Venezia). Secondo le prima ipotesi, potrebbero essere i forzieri di cui si era disfatta dopo le rapine la banda di Felice Maniero, che in una zona poco lontana, sul Brenta, faceva sparire anche le auto usate per i raid criminali; vetture alcune delle quali erano state ripescate con le carrozzerie crivellate di colpi d'arma da fuoco. Visto lo stato di incrostazione - riferisce oggi 'Il Gazzettino' - i vecchi forzieri potrebbero essere stati gettati nel fiume artificiale anche più di 30 anni fa, quando nel Veneto imperversava la Banda della Riviera del Brenta, con clamorose rapine e conflitti a fuoco. La scoperta degli armadi blindati è stata resa possibile dalla siccità, che ha scoperto parte del fondo dell'idrovia. A segnalarlo è stato un pescatore della zona. Data la difficoltà dell'operazione, le quattro casseforti non sono ancora state recuperate. Alcune presentano i segni della forzature, eseguite probabilmente con fiamma ossidrica o flessibile. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Usa: si dimette il capo del Secret Service, Biden "a breve nominerò nuovo direttore servizi segreti"

Le notizie del giorno | 23 luglio - Serale

Cina media un accordo interno tra fazioni palestinesi per la gestione postbellica di Gaza