This content is not available in your region

Furti di sabbia, al via nuova campagna 'Portala nel cuore'

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Zola, Atzei, Palmas e Magnini testimonial in tre spot
Zola, Atzei, Palmas e Magnini testimonial in tre spot

(ANSA) – CAGLIARI, 30 LUG – I furti di sabbia, conchiglie,
ciottoli, ma anche massi pesanti qualche chilo in Sardegna,
soprattutto d’estate, sono purtroppo quasi all’ordine del
giorno.
Lo sa bene il personale dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli
che quasi giornalmente durante i controlli negli aeroporti
dell’Isola sequestra bottigliette e sacchetti pieni di sabbia e
conchiglie.
Per contrastare il fenomeno già dallo scorso anno è stata
avviata una campagna di sensibilizzazione con cartelli negli
scali aeroportuali dell’Isola ma anche con una campagna video.
Lo scorso anno l’iniziativa dell’Adm, in collaborazione con la
Regione Sardegna, dal titolo “Portala nel cuore” – una frase per
evidenziare come non sia importante portare un ricordo ‘fisico’
come la sabbia, ma un’emozione per ricordare della Sardegna -
aveva visto coinvolti come testimonial Caterina Murino, Geppi
Cucciari e Luigi Datome con i loro spot.
Da oggi inizia la nuova campagna con altri spot. Per questa
edizione sono stati scelti come testimonial Gianfranco Zola,
Bianca Atzei e la coppia formata da Giorgia Palmas e Filippo
Magnini. Oggi è stata diffusa la prima pubblicità con l’ex
campione di Napoli, Parma, Chelsea e Cagliari, oltre che della
Nazionale azzurra, che ricorda la sua esperienza con la maglia
rossoblù: “Ho iniziato a giocare nei campi in terra battuta in
Sardegna e gol dopo gol ho giocato negli stati più importanti
d’Italia Europa, e poi.. sono tornato” dice Zola, ricordando
“perché la Sardegna ti resta nel cuore”, aggiungendo che “non
serve portare via una conchiglia”.
Gli spot saranno diffusi sui canali social dell’Adm e della
Regione e mandati in onda sugli schermi degli aeroporti e dei
traghetti di collegamento con l’Isola. I furti di sabbia e
ciottoli, si ricorda, oltre a danneggiare l’ambiente, sono
sanzionati con una multa che può raggiungere i 3mila euro.
(ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.