This content is not available in your region

Anziano morto nel pozzo: Riesame, carcere a figlia e genero

Access to the comments Commenti
Di ANSA
La misura anche per sequestro di persona, non è esecutiva
La misura anche per sequestro di persona, non è esecutiva

(ANSA) – REGGIOEMILIA, 20 LUG – Si aggrava la posizione dei
familiari di Giuseppe Pedrazzini, 77enne di Toano (Reggio
Emilia) trovato morto in un pozzo vicino a casa, chiuso con una
pesante lastra, il 12 maggio, dopo che era scomparso da qualche
tempo. Il tribunale della Libertà di Bologna, a cui si era rivolta
la Procura reggiana, che coordina le indagini dei carabinieri,
impugnando l’ordinanza del Gip, ha disposto la custodia
cautelare in carcere per la figlia Silvia e per il genero,
Riccardo Guida, al posto dell’obbligo di firma e di dimora a cui
erano sottoposti. Per i giudici bolognesi la misura più
afflittiva deve applicarsi non solo sui reati di truffa e
soppressione di cadavere, ma anche per sequestro di persona. Nei
confronti della vedova, Marta Ghilardini, rimane l’obbligo di
firma e di dimora, ma anche per lei si estende al sequestro di
persona. Le misure cautelari sono sospese e non esecutive fino a
quando non diventano definitive, cioè fino a una decisione della
Cassazione su un eventuale ricorso delle difese. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.