This content is not available in your region

Crollo piscina Trieste: avviso chiusura indagine a 4 persone

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Il Piccolo, sono responsabili struttura, forse andranno giudizio
Il Piccolo, sono responsabili struttura, forse andranno giudizio

(ANSA) – TRIESTE, 13 LUG – La Procura di Trieste ha chiuso
l’inchiesta sul crollo della piscina Acquamarina – avvenuto il
29 luglio 2019 in cui miracolosamente non ci furono vittime – e
il pm Pietro Montrone ha inviato l’avviso di conclusione di
indagine a quattro persone, tutte coinvolte nella costruzione
della struttura e la sua successiva gestione. Lo scrive il
quotidiano Il Piccolo oggi in edicola precisando che le quattro
persone sono quelle che – delle 18 inizialmente coinvolte -
saranno rinviate a giudizio. Nel luglio 2019 improvvisamente crollò l’intero tetto della
piscina – solitamente affollata – fortunatamente vuota quel
giorno perché chiusa per lavori di manutenzione. Il Piccolo riporta anche l’esito dell’ ultima perizia
commissionata dal Tribunale – studio ordinato dal gip Massimo
Tomassini in fase di incidente probatorio, a integrazione della
precedente perizia, e affidato al professor Gaetano Russo,
ordinario di Tecnica delle costruzioni all’Università degli
Studi di Udine – che aveva rilevato come causa «determinante»,
gli «errori» riscontrati nella “Relazione di calcolo” depositata
il 22 giugno 1999. Parte della struttura sarebbe stata
sottoposta a tensioni «prossime ai valori medi di rottura, ben
superiori a quelli consentiti». Inoltre, la causa «scatenante»
del crollo, invece, fu la «totale infondatezza tecnica,
lacunosità e inadeguatezza» del progetto esecutivo preparato per
la manutenzione straordinaria in opera nei giorni del crollo
stesso, scrive Il Piccolo. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.