EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

'Alunno con orecchie asino', maestra a giudizio a Pavia

Contestato abuso mezzi correzione per vari episodi
Contestato abuso mezzi correzione per vari episodi
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PAVIA, 09 LUG - Una insegnante di 62 anni, maestra in una scuola elementare di Pavia, è stata rinviata a giudizio con l'accusa di abuso di mezzi di correzione. I fatti risalgono al 2020, l'anno in cui è stata presentata la denuncia, ma la vicenda è venuta alla luce solo con l'avvio del dibattimento. A denunciare i fatti era stata la stessa scuola dove lavora l'insegnante. Un'altra docente aveva riferito di essere entrata un giorno nella classe della maestra finita a processo, e di aver notato un alunno che indossava un paio di orecchie d'asino disegnate da un'altra bambina: secondo l'accusa sarebbe stata la maestra a richiederglielo. Inoltre in altre occasioni si sarebbe rivolta ad altri bambini definendoli "bestiacce" e "imbecilli", e posando sul capo di un alunno una coroncina di carta con la scritta "Il re degli asini". Il difensore dell'insegnante sostiene che si tratta di "accuse infondate" e che il processo dimostrerà l'innocenza della sua assistita. Nonostante la denuncia all'autorità giudiziaria, non è stato avviato alcun procedimento disciplinare: la maestra ha continuato ad insegnare e presto andrà in pensione. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni in Francia, lo scenario di un governo di minoranza del Rassemblement National

Le notizie del giorno | 24 giugno - Serale

Aborto, le donne brasiliane scendono in strada contro proposta di legge "criminalizzante"