EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Disperso montagna:bevevo acqua da pozza, problema era freddo

Il racconto del fortunato escursionista
Il racconto del fortunato escursionista
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TRIESTE, 02 LUG - "C'era una pozza d'acqua, un po' sporca ma la bevevo". Così Gianpaolo Baggio, l'escursionista friulano è riuscito a sopravvivere per sette giorni nel canalone dove era caduto. Provato, molto dimagrito perché praticamente non ha mai mangiato, ma tranquillo e sicuro, ha raccontato ai giornalisti che il problema vero "era la notte: faceva freddo, allora mi coprivo con foglie secche". Infatti l'uomo indossava al momento dell'incidente soltanto una t-shirt e un paio di pantaloncini corti. Scivolando dalla ferrata, l'uomo ha perso lo zainetto con dentro il telefono cellulare. Miracolosamente, di giorno poi non soffriva troppo il caldo: "Ero in un posto un po' in penombra". Più di ogni altra cosa, comunque, ad aiutarlo è stata l'esperienza e la sicurezza: "Non ho mai perso la pazienza" e dunque la testa; "non ho mai avuto paura né ho perso le speranze che qualcuno mi trovasse", ha concluso. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Yemen: attacco contro Hodeida, morti e feriti nella città controllata dagli Houthi

Guerra a Gaza: decine di morti nel campo di Nuseirat, la Nuova Zelanda contro Israele

Pakistan: tre morti e venti feriti in un attacco durante una marcia per la pace