EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Cade al Colle del Gran San Bernardo, morta escursionista

Estratto dai compagni, è apparso subito in condizioni critiche
Estratto dai compagni, è apparso subito in condizioni critiche
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - AOSTA, 02 LUG - Una escursionista è morta sul versante valdostano del Colle del Gran San Bernardo, al confine con la Svizzera. Il corpo è stato recuperato stamane dal Soccorso alpino valdostano. Potrebbe trattarsi di una cittadina svizzera ma le operazioni di identificazione devono ancora essere svolte. In base a una prima ricostruzione, nella serata di ieri, venerdì, lei stessa aveva dato l'allarme al personale dell'ospizio del Gran San Bernardo (Svizzera), spiegando di essere caduta e di aver avuto un problema a una gamba. Da quel momento non è più stato possibile contattarla. L'indicazione era stata inoltrata al soccorso svizzero che, a sua volta, trattandosi di zona di confine, ha segnalato l'evento al soccorso italiano. L'elicottero valdostano era impegnato in altre due operazioni. Il soccorso svizzero ha quindi preso in carico l'intervento e ha effettuato ricerche con due elicotteri, di cui uno dotato di termica, e con squadre via terra. Le operazioni sono state sospese alle 2.30 e sono riprese all'alba su entrambi i versanti. Il corpo è stato portato ad Aosta per le operazioni di riconoscimento e di polizia giudiziaria, affidate al Soccorso alpino della guardia di finanza di Entrèves. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Spagna-Argentina: Milei accusa la moglie di Sanchez di corruzione, Madrid richiama l'ambasciatore

Elezioni europee e corruzione in Ungheria: l'ex dirigente di Fidesz Péter Magyar sfida Viktor Orbán

Polonia, Tusk: "Arrestati nove sabotatori controllati dalla Russia"