EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Alpini: oggi Udine, domani Staffetta fine viaggio a Trieste

Dopo 23 tappe e 1.500 chilometri di corsa
Dopo 23 tappe e 1.500 chilometri di corsa
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TRIESTE, 01 LUG - Mentre oggi la Staffetta della tradizione e memoria alpina partita da Ventimiglia il 6 giugno fa tappa a Udine - città alpina per eccellenza, sede della brigata Julia - domani a Trieste concluderà il suo viaggio dopo 23 tappe e 1.500 chilometri. Lo scopo del viaggio è collegare idealmente i luoghi e la storia del Corpo degli Alpini e celebrarne i 150 anni. La staffetta di corridori delle Truppe Alpine dell'Esercito e dell'Associazione Nazionale Alpini, ha collegato le Alpi marittime alle Alpi Giulie, con una parentesi sull'Appennino abruzzese. A passo di corsa ha toccato le località che furono sedi delle prime compagnie alpine (istituite nel 1872), formate da coscritti nati sul luogo e conoscitori delle valli che avrebbero difeso. E poi Cassano d'Adda, dove nacque Giuseppe Domenico Perrucchetti (autore dello studio che ideò i soldati di montagna), e Borgolavezzaro, dove nacque il Ministro della guerra Cesare Ricotti Magnani, che diede impulso alla nascita delle penne nere. Anche Trieste è terra di alpini di eccezione: nella Grande Guerra vennero arruolati negli Alpini 134 triestini a due dei quali venne tributata la Medaglia d'Oro alla Memoria: il capitano Guido Corsi, e il sottotenente Fabio Filzi, condannato a morte dagli austriaci con Cesare Battisti. Più numerose furono le Medaglie d'Oro triestine della seconda Guerra Mondiale, tra cui il tenente Silvano Buffa, caduto sul fronte greco nel 1941 e i due cugini Scipio Secondo Slataper, figlio dello scrittore Scipio, e Giuliano Slataper, entrambi caduti durante la ritirata di Russia. Sono numerosi gli eventi organizzati per domani: i corridori con la fiaccola dopo la deposizione di una corona a San Giusto visiteranno la "cittadella", lo spazio espositivo di mezzi ed equipaggiamenti delle Truppe Alpine dell'Esercito, in piazza Unità. La tappa toccherà il 'molo Bersaglieri', dove è ormeggiata Nave Alpino della Marina Militare (visitabile dal pubblico), che accoglierà a bordo i corridori, i quali parteciperanno infine alla cerimonia conclusiva della Staffetta, presieduta dal Generale C.A. Ignazio Gamba, comandante delle Truppe Alpine. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Razionamento dell'acqua in Romania per migliaia di persone a causa della siccità

Francia, comprare sesso resta un reato: lo decide la Corte europea dei diritti dell'uomo

Nato: governo italiano contro nomina di uno spagnolo a rappresentante speciale per il Mediterraneo