This content is not available in your region

Siccità: acqua razionata in dieci Comuni del Trentino

Access to the comments Commenti
Di ANSA
A Ronzo Chienis bloccate forniture dalle 23 alle 6 del mattino
A Ronzo Chienis bloccate forniture dalle 23 alle 6 del mattino

(ANSA) – TRENTO, 27 GIU – La carenza di acqua inizia a
farsi sentire anche ne negli acquedotti del Trentino. La carenza
di precipitazioni ha portato dieci Comuni della Vallagarina a
disporre limitazioni nell’utilizzo dell’acqua. Lo riporta il
quotidiano locale l’Adige. A Pomarolo l’uso dell’acqua potabile dagli acquedotti di
Pomarolo, Savignano e Serbia è consentito solo di notte, dalle
22 alle 6 del mattino. A Brentonico è vietato il consumo di
acqua per innaffiare orti e giardini, il lavaggio di veicoli e
il riempimento di vasche, piscine e fontane ornamentali. A
Nogaredo già da fine maggio l’uso di acqua per per necessità non
domestiche è consentito solo tra le 8 e le 10 e tra le 21 e le
23. A Terragnolo è vietato usare l’acqua delle fontane pubbliche
per usi non domestici e potabili. A Ronzo Chienis dal 21 giugno
è sospesa la fornitura di acqua potabile tra le 23 e le 6. A
Vallarsa è stata disposta la chiusura delle fontane pubbliche e
la limitazione dell’uso di acqua potabile agli usi domestici. A
Isera sono vietati “prelievi anomali dagli acquedotti”. I
sindaci dei Comuni di Villa Lagarina ed Ala raccomandano di
evitare gli sprechi, mentre a Trambileno sono attesi
provvedimenti per fronteggiare la carenza d’acqua negli
acquedotti. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.