EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Marito ha dovuto restituire beni ricevuti dalla consorte

Cassazione conferma pena di un anno e sei mesi, niente sconti
Cassazione conferma pena di un anno e sei mesi, niente sconti
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 20 GIU - Tradire la moglie non sempre ha conseguenze negative sul patrimonio del marito' infedele, ma se il fedifrago commette adulterio con una parente stretta della consorte e per di più nel contesto di un'azienda familiare dove tutto viene a galla subito, allora la relazione extraconiugale assume i contorni di una vera e propria "ingiuria grave" che porta alla revoca "per ingratitudine" di tutte le donazioni di denaro e immobili che la moglie ha fatto al marito non rispettoso del vincolo coniugale. Lo sottolinea la Cassazione che ha respinto il ricorso di Massimo B. che aveva intrecciato una liason con la cognata - sposata con il fratello di sua moglie - e la relazione, per di più, "si era sviluppata all'interno dell'azienda della famiglia" della moglie. Gli 'ermellini' hanno confermato la revoca come stabilito dalla Corte di Appello di Firenze nel 2019. Ad avviso dei magistrati del capoluogo toscano "la gravità" della faccenda stava nel fatto "che la relazione extraconiugale era stata intrattenuta con la moglie del fratello della donante (in un contesto che andava a minare, oltre alla stabilità del rapporto coniugale, anche quella familiare), essendo evidente come le conseguenze della scoperta del tradimento abbiano avuto ripercussioni estese a tutto il tessuto familiare della moglie, non limitandosi al mero ambito matrimoniale". Ad avviso della Cassazione, "correttamente" i giudici di toscani hanno riconosciuto la "gravità" dell'offesa "all'onore patita" dalla moglie tradita e in modo ineccepibile hanno evidenziato nel marito infedele "un atteggiamento di noncuranza e di assenza di rispetto nei confronti della dignità della moglie". In seguito la coppia si è separata, e al marito che aveva iniziato a lavorare nell'azienda della moglie da "nullatenente" non è rimasto nulla. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Le notizie del giorno | 30 maggio - Serale

Polonia: il progetto di coalizione conservatrice Ppe-Ecr sulla strada del fallimento

Difesa: chi sarà il prossimo segretario generale della Nato