This content is not available in your region

"125 miglia per un respiro", in kayak contro Fibrosi cistica

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Alessandro da Civitanova a Slovenia,speranza e cure per pazienti
Alessandro da Civitanova a Slovenia,speranza e cure per pazienti

(ANSA) – ANCONA, 20 GIU – “125 Miglia per un Respiro’: da
Civitanova Marche alla Slovenia in kayak. Per il secondo anno
consecutivo Alessandro Gattafoni ‘sfida’ la fibrosi cistica e dà
un messaggio di speranza alle persone che, come lui, convivono
con la malattia con un’iniziativa di sensibilizzazione, per
raccogliere fondi da destinare a progetti Lifc (Lega italiana
fibrosi cistica) in favore delle attività del Servizio Sociale,
a tutela dei pazienti con fibrosi cistica’ e dei loro familiari.
La presentazione nella sede della Regione che sostiene
Alessandro. Il nuovo viaggio nel Mare Adriatico di Gattafoni e Lifc
partirà da Civitanova Marche il 23 giugno, condizioni meteo
permettendo, e si svilupperà risalendo lungo la costa per
arrivare a Trieste (28/6) e facendo tappa ad Ancona (23/6),
Pesaro e Cesenatico (24/6), Chioggia e Venezia (26/6), Cavallino
e Bibione (27/6), Trieste (28/6) e la toccata in Slovenia. Per
tutto il percorso Alessandro sarà seguito dalla “Desire”,
imbarcazione dell’olimpionico Daniele Scarpa (oro nel K2 ad
Atlanta 1996), e un medico specialista ne monitorerà in tempo
reale le condizioni fisiche. Il messaggio è forte: “la fibrosi
cistica è la malattia genetica più diffusa, ma i progressi
terapeutici e l’attività fisica possono rappresentare oggi più
di una semplice speranza; possono permettere a tanti pazienti e
loro familiari di guardare davvero oltre e di realizzare il
sogno di una vita normale”. Con le Associazioni Regionali Lifc ogni tappa sarà un momento
anche per dare coraggio agli oltre 6mila pazienti con fibrosi
cistica. “La medicina negli ultimi dieci anni ha fatto passi da
gigante – dice Antonio Guarini, vice presidente nazionale Lifc -
e speriamo possa farne ancora per le persone con Fc che ad oggi
non hanno una cura. Queste iniziative sono importanti per far
conoscere la patologia, rendere sensibile l’opinione pubblica e
convergere insieme, mondo scientifico, politico e associazioni
verso soluzioni e impegni che possano migliorare la qualità
della vita dei nostri pazienti”. Anche gli assessori regionali
alla Sanità Filippo Saltamartini e allo Sport Giorgia Latini
hanno voluto fare personalmente un “in bocca al lupo” ad
Alessandro. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.