This content is not available in your region

Covid: Fedriga, serve filiera di sicurezza Europa su ricerca

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Grande delusione, Ue marginale, Italia non protagonista
Grande delusione, Ue marginale, Italia non protagonista

(ANSA) – TRIESTE, 13 GIU – La lotta al Covid ha comportato
“una grande delusione”: il “ruolo dell’Europa è stato marginale
e l’Italia non è stata protagonista malgrado sia un Paese tra i
migliori al mondo nella produzione per conto terzi” dal punto di
vista della ricerca e farmacologico, mentre la parte del leone
l’ha fatto Pfizer. Lo ha detto il Governatore Fvg e presidente
della Conferenza delle Regioni Massimiliano Fedriga,
intervenendo al convegno PneumoTrieste. Dunque, nella ricerca è “fondamentale affrontare le nuove
sfide” considerando che “manca decisamente una catena forte, una
filiera forte. E’ un problema che dovremo porci”, ha indicato
Fedriga. Il Governatore ha sottolineato che invece in Fvg, “nel
nostro piccolo, abbiamo attivato nella Legge di Bilancio abbiamo
un fondo di spesa corrente – totalmente diverso da un
investimento – di 15mln ogni anno, per attirare filiere
farmaceutiche in regione. Spero si possano adottare iniziative
più forti in questa direzione, e anche a livello nazionale”. Il
rischio altrimenti è “di essere sempre alle dipendenze delle
fortune che fanno altri”. In questo senso, Fedriga ha ricordato
il periodo di inizio pandemia, quando si cercava di acquistare
materiale sanitario a qualunque prezzo. “Materiale spesso a
basso valore aggiunto, e dunque anche per questo l’Europa deve
prevedere un contributo alle aziende che operano in questo
ambito” così da garantire una approvvigionamento. “Occorre
insomma una rete di sicurezza almeno a livello europeo”, ha
concluso. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.