EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Controlli Nas in province Emilia, sequestrati 470 kg alimenti

A Parma, Piacenza, Modena e Reggio Emilia. Sospese due attività
A Parma, Piacenza, Modena e Reggio Emilia. Sospese due attività
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BOLOGNA, 28 MAG - E' di 470 chilogrammi di alimenti sequestrati e due attività sospese, il bilancio di una serie di controlli svolti dai Carabinieri del Nas di Parma nelle province di Parma, Piacenza, Modena e Reggio Emilia dove sono stati ispezionati numerosi esercizi commerciali di vendita e somministrazione di alimenti. In nove strutture sono state riscontrate irregolarità - che, in due casi, hanno comportato la sospensione delle attività commerciali - per le quali sono state comminate sanzioni amministrative per un importo complessivo di 14.440 euro. In particolare a Piacenza, presso una macelleria, i militari hanno sequestrato 181 chilogrammi di tranci di carne di agnello congelata, dal valore di circa 2.000 euro, rinvenuti in cattivo stato di conservazione. Nel corso del controllo sono state anche rilevate carenze igienico-sanitarie: nei confronti del titolare della macelleria è scattata una denuncia in stato di libertà per il cattivo stato di conservazione degli alimenti. Nel Piacentino, ancora, presso un ristorante sono stati sottoposti a sequestro 27,5 chilogrammi di alimenti vari privi di indicazioni sulla rintracciabilità e sono state riscontrate carenze igienico-sanitarie in cucina: al titolare sono state comminate sanzioni per 3.000 euro. Per le carenze igieniche l'Ausl di Piacenza ha sospeso l'attività di ristorazione sino al totale ripristino di condizioni idonee. A Reggio Emilia presso un bar-tavola calda, sono stati sequestrati 16 chilogrammi di alimenti poiché scaduti e sono state riscontrate carenze igienico-sanitarie dovute a sporcizia e presenza di blatte. L'Ausl di Reggio Emilia ha emesso un provvedimento di sospensione dell'attività fino al ripristino di condizioni idonee mentre nei confronti del titolare dell'attività sono state comminate sanzioni amministrative per 3.440 euro. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Attacco al campo di al-Mawasi, Netanyahu: "Non c'è certezza su morte di Deif"

Stati Uniti: Donald Trump ferito durante un attentato in Pennsylvania

Olimpiadi: tuffo nella Senna per la ministra dello Sport Oudéa-Castéra