This content is not available in your region

Unicef,al via conferenza finale del progetto 'Lost in education'

Access to the comments Commenti
Di ANSA
30 e 31 maggio a Roma. Coinvolti 4300 minori e 1300 professori
30 e 31 maggio a Roma. Coinvolti 4300 minori e 1300 professori

(ANSA) – ROMA, 26 MAG – Sono stati coinvolti 4300 ragazze e
ragazzi tra gli 11 e i 17 anni, 1300 docenti, 20 comuni, 170
associazioni e più di 400 genitori in 7 regioni. Si tratta del
progetto “Lost in Education. Patti educativi e comunità
educanti: la parola alle ragazze e ai ragazzi” realizzato
dall’Unicef con Arciragazzi nazionale. Il 30 e 31 maggio 2022 si
terrà a Roma la conferenza finale del progetto in cui verranno
presentati i risultati raggiunti e le lezioni apprese a
conclusione del percorso. Il progetto è stato selezionato dall’impresa sociale ‘Con i
Bambini’ nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà
educativa minorile, mentre il partenariato, guidato dall’Unicef
Italia, è composto da Arciragazzi, 19 scuole (13 Istituti
Comprensivi e 6 Istituti Superiori) e 5 partner del Terzo
settore. Durante la due giorni finale sarà possibile incontrare le 16
comunità educanti che le ragazze e i ragazzi, insieme ai docenti
e agli attori educanti, hanno attivato nei territori del
progetto e partecipare agli incontri formativi e di
approfondimento previsti nell’ambito dell’iniziativa ‘Officine
Unicef’. Il 30 maggio è in programma la presentazione dei Patti
educativi di comunità e la condivisione delle esperienze di
scuola aperta al territorio. Sarà inoltre presentato il Quaderno
metodologico “Facciamo un patto! Comunità educanti e
partecipazione delle ragazze e dei ragazzi” – Franco Angeli
Editore, una raccolta degli strumenti e delle lezioni apprese.
Interverranno all’apertura della conferenza, tra gli altri, la
presidente dell’Unicef Italia Carmela Pace e il presidente di
Arciragazzi Camillo Cantelli. Il 31 maggio ci sarà un confronto
tra una rappresentanza delle ragazze e dei ragazzi della
comunità di pratiche di Lost in Education e i referenti
istituzionali, a cui i minorenni presenteranno le proprie
raccomandazioni. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.