Criptovalute, a processo per maxi-frode da 120 mln euro

Firenze, confermate tutte le accuse a amministratore piattaforma
Firenze, confermate tutte le accuse a amministratore piattaforma
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - FIRENZE, 23 MAG - Va a processo a Firenze l'amministratore di una piattaforma web per criptovalute dove ci sarebbe stata la più grande frode informatica scoperta, equivalente a circa 120 milioni di euro. Lo ha deciso il giudice Angela Fantechi al termine dell'udienza preliminare confermando tutte le accuse - frode informatica, bancarotta fraudolenta, violazione delle norme sull'intermediazione finanziaria, autoriciclaggio - ipotizzate nell'inchiesta della Polizia postale di Firenze, che ebbe il supporto dell'Fbi e che è stata coordinata dai magistrati Gabriele Mazzotta, Sandro Cutrignelli e Fabio Di Vizio della procura di Firenze. Prima udienza il 13 settembre. L'imputato, Francesco Firano, 35 anni, è ritenuto responsabile di un 'buco' in moneta cripto, la Nano Xrb, sulla piattaforma informatica 'Bitgrail', gestita da una srl omonima di cui era amministratore e titolare, andata sotto curatela fallimentare. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'Europa nella morsa della neve: disagi in Germania, Polonia e nel Regno Unito

Slovenia, l'immigrazione al centro del dibattito politico. L'ex primo ministro a Euronews Serbia

Italia, gli attivisti di Greenpeace contro l'Eni: scalata la sede del gigante petrolifero