Fonsai: tutti assolti a Milano per dissesto Imco

Gup: "Fatto non costituisce reato". Indagini durate circa 4 anni
Gup: "Fatto non costituisce reato". Indagini durate circa 4 anni
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 19 MAG - Tutti assolti a Milano le 12 persone, tra cui Piergiorgio Peluso, figlio dell'ex ministro Annamaria Cancellieri, imputate per concorso in bancarotta in relazione al fallimento di Imco, una delle holding della famiglia Ligresti, socia di Fonsai. A deciderlo è stata la seconda sezione del Tribunale di Milano, presieduta da Nicola Clivio, con la formula 'perchè il fatto non sussiste. La procura aveva chiesto tre condanne dai 5 ai tre anni e mezzo di carcere e 9 assoluzioni. "Dopo 12 anni di graticola, è stata ristabilita la verità, hanno detto alcuni difensori. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ilaria Salis candidata alle elezioni europee con Alleanza Verdi e Sinistra

Polonia, arrestata sospetta spia russa: raccoglieva informazioni per attacco a Zelensky

Crisi in Medio Oriente, tra gli italiani preoccupazione e insoddisfazione per il ruolo dell'Ue