Uccisa nel Bresciano: indagato sottoposto a perizia psichiatrica

La 37enne fu ammazzata a calci e pugni nell'estate 2019
La 37enne fu ammazzata a calci e pugni nell'estate 2019
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BRESCIA, 06 MAG - Sarà sottoposto a perizia psichiatrica Giancarlo Bresciani, il 50enne accusato dell'omicidio di Jessica Mantovani, la 37enne uccisa a calci e pugni e trovata morta nell'estate 2019 nella centrale idroelettrica di Prevalle, nel Bresciano. Nel corso dell'udienza preliminare il gup di Brescia ha accolto la richiesta di abbreviato condizionato ad una perizia psichiatrica sull'uomo da tempo assuntore di droga e che, secondo i consulenti di parte, soffre di schizofrenia. L'udienza è stata aggiornata al 26 settembre. Jessica Mantovani aveva trascorso parte della sua ultima serata in vita a casa di Bresciani dove l'aveva accompagnata il padre, che quando tornó per riprenderla, non la trovó. "Io non l'ho uccisa. È uscita e non so dove sia andata" ha sempre spiegato Giancarlo Bresciani. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Mar Rosso: affonda la Rubymar attaccata dagli Houthi

Roma, il cancelliere tedesco Scholz a colloquio privato con Papa Francesco

Meloni annuncia il rientro di Chico Forti: chi è l'ex velista condannato all'ergastolo negli Usa