EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Madre e figlia uccise: killer 'incompatibile con carcere'

Lo spiegano i legali: salta l'interrogatorio e va in psichiatria
Lo spiegano i legali: salta l'interrogatorio e va in psichiatria
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - SAMARATE (VARESE), 06 MAG - È saltato l'interrogatorio di Alessandro Maja, 57enne accusato dell'omicidio della moglie Stefania e della figlia Giulia e del tentato omicidio del figlio Nicolò, mercoledì scorso nell'abitazione di famiglia a Samarate (Varese). Le sue condizioni psichiche sarebbero 'incompatibili con il carcere'. A dirlo sono i suoi avvocati difensori, Enrico Milani e Sabrina Lamera, i quali hanno detto che Maja "si trova in ospedale a Monza, in psichiatria", una notizia che gli è stata comunicata "ieri sera". Il 57enne era atteso a Busto Arsizio per l'interrogatorio di garanzia, che ora verrà rinviato a quando Maja sarà in grado di parlare. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Regno Unito-Ue: Starmer si dice pronto a ripristinare le relazioni con Bruxelles

Scozia, decine di balene si sono arenate in una spiaggia delle isole Orcadi, solo 12 sono vive

Le notizie del giorno | 12 luglio - Pomeridiane