This content is not available in your region

Diffamò la figlia di Staffelli, rapper rinviato a giudizio

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Servizio Striscia parla di archiviazione. Procura, tapiro a loro
Servizio Striscia parla di archiviazione. Procura, tapiro a loro

(ANSA) – MONZA, 26 APR – Simone Rizzuto, alias Mr Rizzus, é
stato rinviato a giudizio dalla Procura di Monza per
diffamazione nei confronti di Rebecca Staffelli, figlia del noto
inviato di ‘Striscia la Notizia’, per una frase oltraggiosa
inserita in una delle sue canzoni, postata sui social con tanto
di commento ulteriormente diffamatorio. Lo ha confermato il
Procuratore della Repubblica di Monza Claudio Gittardi, a
seguito di un servizio del programma Mediaset, nel quale veniva
denunciato il rischio di archiviazione del procedimento e di
conseguenza la presentazione di un’interrogazione parlamentare
da parte dell’onorevole Massimiliano Capitanio. “É la procura di Monza che consegna il tapiro a Staffelli -
ha detto all’ANSA con tono scherzoso il Procuratore Gittardi -,
Rizzuto è stato rinviato a giudizio immediato il 3 settembre
2021, nel procedimento ai danni di Rebecca Staffelli, con
procedimento fissato 25 gennaio 2023″. Nella canzone incriminata
il sedicente rapper canta “20900 delinquenti, sco****o la figlia
di Staffelli”. L’inviato, durante il servizio, aveva affermato: “peccato che
Tribunale di Monza abbia chiesto l’archiviazione, in quanto le
autorità non sono riuscite a rintracciare Mr. Rizzus”. Il
procuratore, ha invece precisato che “Rizzuto è stato iscritto
nel registro degli indagati il 21 novembre 2019, con conclusione
indagini al 21 marzo 2021″. Oltre al rapper, ha concluso
Gittardi, “è indagato un altro utente che sui social ha
ripubblicato la canzone con un video”. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.