Incidenti sul lavoro nel Cuneese, due vittime in poche ore

Salgono a 11 i morti dall'inizio dell'anno in Piemonte
Salgono a 11 i morti dall'inizio dell'anno in Piemonte
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TORINO, 07 APR - Due vittime sul lavoro in altrettanti incidenti oggi pomeriggio nel Cuneese. Si tratta di un operaio sessantenne, morto cadendo dall'impalcatura di un cantiere di una casa in ristrutturazione in frazione Sant'Anna a Roascio, nell'Alta Langa, e di un operaio cinquantenne rimasto schiacciato in un una macchina insacchettatrice in una cava di Villanova Mondovì. Le due tragedie a una trentina di chilometri di distanza, più o meno alla stessa ora. Fatale per il muratore morto a Roascio un volo nel vuoto da almeno sei metri di altezza. L'uomo è morto sul colpo: secondo una prima ricostruzione era solo nel cantiere. Poco dopo alla Roalfix, multinazionale che si occupa di prodotti per l'edilizia, la seconda vittima. In entrambi i casi sono intervenuti i vigili del fuoco, i carabinieri e lo Spresal, Sale così a undici da inizio anno, in Piemonte, il numero delle vittime del lavoro. Proprio oggi sono stati celebrati nella chiesa di Sant'Antonio a Novi Ligure (Alessandria) i funerali di Davide Scanio, l'operaio 32enne di un'azienda di imballaggi di Arquata Scrivia (Alessandria) morto sul lavoro il primo aprile. A fine messa gli amici in attesa sul sagrato hanno fatto rombare le moto, un omaggio alla grande passione della vittima per le due ruote. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Alta tensione tra Moldova e Transnistria, Tiraspol chiede l'intervento russo per i dazi

La Germania media per la pace tra Azerbaigian e Armenia

Guerra in Ucraina, Zelensky al vertice in Albania chiede più munizioni