This content is not available in your region

Saman: anche il cugino Nomanhulaq si dice estraneo ai fatti

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Dichiarazioni dell'indagato, ma non risponde a domande del Gip
Dichiarazioni dell'indagato, ma non risponde a domande del Gip

(ANSA) – REGGIOEMILIA, 25 MAR – “Il mio assistito ha
contestato tutti gli addebiti che gli sono stati elevati e si è
dichiarato estraneo ai fatti”. Lo ha detto Luigi Scarcella,
avvocato difensore di Nomanhulaq Nomanhulaq – cugino di Saman
Abbas e indagato per omicidio e occultamento del cadavere della
giovane scomparsa il 30 aprile da Novellara, nel Reggiano – al
termine dell’interrogatorio. Il giovane – in videocollegamento col tribunale dal carcere
di Reggio Emilia dov‘è ristretto da martedì scorso dopo essere
stato estradato dalla Spagna – davanti alle domande della pm
Laura Galli (che coordina le indagini dei carabinieri del nucleo
investigativo reggiano) e del gip Luca Ramponi, si è poi avvalso
della facoltà di non rispondere, come confermato dal legale.
L’uomo era stato arrestato a Barcellona il 14 febbraio dopo
quasi dieci mesi di latitanza. In precedenza anche l’altro cugino della ragazza e lo zio,
entrambi indagati, avevano detto di non c’entrare nulla con la
scomparsa della parente. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.