Lenzuolo con messaggio dentro scatolone da Genova a Ternopil

Trovato dentro scatolone da padre Demush "che Dio vi benedica"
Trovato dentro scatolone da padre Demush "che Dio vi benedica"
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - GENOVA, 18 MAR - "I nostri cuori sono vicini ai vostri". Il messaggio scritto in uno stentato alfabeto cirillico e accompagnato da un grande cuore rosso è stato trovato da padre Roman Demush, parroco della parrocchia di Ternopil e collaboratore della Caritas tra gli scatoloni di aiuti umanitari partito da Genova e arrivato oggi nella città ucraina. "Stiamo ricevendo tanti aiuti umanitari dall'Italia e dai paesi d'Europa - ha detto - e ringraziamo di cuore tutti coloro che ci stanno aiutando anche dalla Liguria, che si sono dati da fare. Vogliamo dire grazie di cuore a tutti gli italiani, ai cittadini della Liguria, della parrocchia di padre Vitalij. Abbiamo bisogno. C'è gente che soffre non solo per la guerra ma anche per la fame. Hanno perso tutto, hanno lasciato tutto scappando dalle loro case che non ci sono più. Non c'è posto dove possano tornare. Insieme, facendo questi segni di carità vera, sapendo condividere quanto abbiamo, possiamo controbattere al male. Dio vi benedica per questo bene che state facendo". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'attività russa ad Adiivka "è rallentata drasticamente" dopo la conquista della città

Grecia, protesta degli agricoltori ad Atene: almeno duecento trattori

Londra, inizia l'ultima udienza per l'estradizione di Assange: negli Usa rischia 175 anni di carcere