Ucraina:Delpini,speranza sembra favola ma fiducia in umanità

'Anche in uomini che fanno la guerra c'è dentro del bene'
'Anche in uomini che fanno la guerra c'è dentro del bene'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 17 MAR - "Il messaggio di speranza stenta a formularsi con le parole perché la tragedia è così incomprensibile e dolorosa che dare un messaggio di speranza sembra di essere gente che scrive le favole e che dice che dopo tutto finisce e siamo tutti felici e contenti. Quindi sono in difficoltà a formulare facilmente un messaggio, tuttavia vorrei ricordare questo: noi abbiamo motivi per avere fiducia nell'umanità, cioè che questa tragedia non ci fa perdere la fiducia negli uomini". Lo ha affermato l'arcivescovo di Milano, Mario Delpini, in una intervista sul tema della guerra in onda stasera nella trasmissione 'Iceberg' a Telelombardia , di cui è stata diffusa un'anteprima. "Noi sappiamo che negli uomini, in ogni uomo, anche quelli che fanno la guerra c'è dentro del bene, della felicità' - ha aggiunto l'alto prelato -. Quindi dobbiamo fare in modo che giunga loro un messaggio che possono cambiare, che possono rinnovare la loro visione del mondo e non chiamare un popolo, un popolo nemico. Ecco quindi non possiamo perdere la fiducia nell'umanità, e poi non possiamo dimenticare quella responsabilità che hanno tutti gli uomini e le donne di essere artigiani della pace, cioè che nessuno di noi ha una ricetta generale, tantomeno noi abbiamo potere di incidere sulle decisioni dei vertici, però noi siamo capaci di costruire la pace". "Questa Europa - ha concluso Delpini - ha conosciuto guerre che si sono rivelate un disastro totale, non solo questa ma anche prima in altri parti del mondo io ho questa persuasione: quando i disastri pesanti sono stati commessi, l'eredità grande pesa sulle generazioni che seguono, e però quando anche i potenti saranno morti, si fanno avanti gli artigiani della pace cioè quelli che mettono mano all'impresa di aggiustare il mondo, di aggiustare il mondo proprio come artigiani di pace". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Usa, Corte Suprema dà l'ok a Trump: strada spianata verso le elezioni di novembre

Le notizie del giorno | 04 marzo - Serale

Cosa sono la missione Ue Aspides e le altre operazioni nel Mar Rosso: il ruolo dell'Italia