This content is not available in your region

Ucraina: a Milano mondo cultura si mobilita su raccolta fondi

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Dalla Scala al Piccolo, accoglienza artisti e borse di studio
Dalla Scala al Piccolo, accoglienza artisti e borse di studio

(ANSA) – MILANO, 16 MAR – La Milano dell’arte e della cultura
si mobilita in sostegno del popolo ucraino e contro la guerra
con una serie di iniziative che vanno dagli incassi dei
biglietti devoluti a progetti di aiuto, alle borse di studio
fino all’accoglienza di alcuni giovani artisti nelle istituzioni
culturali della città. Sul fronte del Teatro alla Scala si è aperta ieri la vendita
dei biglietti per il Concerto per la pace che la direzione del
teatro e il maestro Riccardo Chailly, su impulso dei lavoratori,
dedicheranno il prossimo 4 aprile alle popolazioni ucraine.
Restano ancora pochissimi posti, a dimostrazione della
generosità dei milanesi e del pubblico scaligero. I proventi di
biglietteria del concerto e quelli delle donazioni effettuate
nel processo d’acquisto saranno interamente devoluti al nuovo
fondo #MilanoAiutaUcraina di Fondazione di Comunità Milano
Onlus, e alla Croce Rossa Italiana. Il Piccolo Teatro di Milano propone invece l’accoglienza in
residenza presso la scuola di alcune giovani allieve di corsi di
formazione teatrale a Kiev. Oltre che l’avvio, in collaborazione
con il Comune di Milano, di un laboratorio teatrale destinato ai
rifugiati ucraini. Giovedì 7 aprile alle 21 il Teatro Arcimboldi accoglierà un
galà con le étoiles europee e le grandi personalità del mondo
del balletto internazionale, per una serata di grande danza a
sostegno degli artisti ucraini, russi e per i profughi colpiti
dalla guerra. Anche l’incasso di questa serata sarà devoluto al
Fondo #MilanoAiutaUcraina. La Civica Scuola di Teatro “Paolo Grassi” e la Civica Scuola
di Musica “Claudio Abbado” accoglieranno alcuni studenti ucraini
fuggiti dalla guerra, garantendo loro continuità formativa.
(ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.