This content is not available in your region

Migranti: Salvini a processo a giugno, 'diffamò Rackete'

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Con dirette Fb e post su Twitter nel 2019. Dibattimento a Milano
Con dirette Fb e post su Twitter nel 2019. Dibattimento a Milano

(ANSA) – MILANO, 15 MAR – Andrà a processo il prossimo 9
giugno il leader della Lega Matteo Salvini accusato di
diffamazione aggravata nei confronti di Carola Rackete, l’ex
comandante della Sea Watch 3, perché, tra giugno e luglio del
2019, avrebbe offeso “la reputazione” della giovane con dirette
Facebook e post su Twitter con frasi come “quella sbruffoncella
di questa comandante che fa politica sulla pelle di qualche
decina di migranti”, “criminale tedesca”, “ricca tedesca
fuorilegge”, “ricca e viziata comunista”. La Procura di Milano, infatti, dopo aver disposto la
citazione diretta a giudizio per l’ex ministro dell’Interno,
difeso dal legale Claudia Eccher, ha da poco notificato la data
di inizio del processo, davanti alla quarta penale, nel quale
Rackete è parte civile, a seguito della denuncia, rappresentata
dall’avvocato Alessandro Gamberini. Nei mesi scorsi, il gip di Milano Sara Cipolla, accogliendo
la richiesta del pm Giancarla Serafini, aveva disposto, invece,
l’archiviazione dell’accusa di istigazione a delinquere
contestata sempre a Salvini dopo la denuncia della giovane.
(ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.