This content is not available in your region

Truffa milionaria per vendita yacht, 5 indagati in Sardegna

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Operazione Guardia di finanza di Arbatax e Procura di Lanusei
Operazione Guardia di finanza di Arbatax e Procura di Lanusei

(ANSA) – LANUSEI, 14 MAR – Cinque persone sono indagate dalla
Guardia di Finanza di Arbatax per una truffa di oltre 1 milione
di euro, legata alla fittizia compravendita di yacht di lusso.
L’operazione denominata “Five Sisters”, durata circa due anni,
si è svolta sotto la direzione del procuratore della Repubblica
di Lanusei Biagio Mazzeo e ha smantellato un’organizzazione di
soggetti giuridici, tra rappresentanti legali e tecnici,
operanti in varie società di diverse regioni d’Italia. Gli yacht, completi di motori, erano destinati all’attività
commerciale nelle coste dell’Ogliastra, per un valore
complessivo di oltre 861mila euro; a questi si aggiunge
l’acquisto di tre stampi per la costruzione di uno scafo
denominato “House Boat Luxury” per un valore di 284mila euro. I finanzieri hanno concentrato le indagini su alcune società
con precedenti specifici in materia penale, fiscale e
fallimentare, una delle quali presente nel territorio
ogliastrino, operante nel settore nautico. Sono così emerse le
condotte illecite, effettuate da diverse persone in concorso tra
loro, tramite l’emissione di fatture e documenti di trasporto
per operazioni inesistenti. Dal controllo incrociato delle
informazioni, perquisizioni, dichiarazioni delle persone
informate sui fatti e analisi dei dati presenti sui computer
della società sarda, sono emerse le responsabilità delle cinque
persone indagate, riconducibili direttamente ed indirettamente
alle società che simulavano la compravendita dei natanti, per
ottenere illegittimamente finanziamenti da parte di una società
internazionale che alla fine non ha ricevuto il corrispettivo
dovuto. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.