EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Attacco no vax su Fb a presidente Consiglio Toscana Mazzeo

Centinaia messaggi con svastiche, insulti e paragoni con nazismo
Centinaia messaggi con svastiche, insulti e paragoni con nazismo
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - FIRENZE, 13 MAR - Attacco no vax al presidente del Consiglio regionale della Toscana Antonio Mazzeo sulla sua pagina Facebook, con centinaia di messaggi riportanti anche svastiche, offese, insulti, paragoni coi nazisti, tutti accompagnati dalla sigla, in rosso, 'doppia v' in un cerchio. Prese di mira anche le pagine Facebook dell'Assemblea toscana e della consigliera regionale Valentina Mercanti. Lo riferisce lo stesso Mazzeo sui social. "Svastiche, offese, insulti, paragoni coi nazisti - spiega Mazzeo -. Dopo aver espresso solidarietà e vicinanza al presidente Eugenio Giani per le frasi indegne che i no vax hanno scritto su una scuola di Agliana (Pistoia), questi soggetti (spesso e volentieri vigliaccamente anonimi o nascosti dietro falsi profili) hanno preso di mira la mia pagina Facebook, quella della collega Valentina Mercanti", consigliere regionale del Pd, "e quella del Consiglio regionale della Toscana. Centinaia e centinaia di commenti farneticanti, ripetuti in serie, accomunati da quel riferimento a Hitler e al nazismo che è, semplicemente, vergognoso e inaccettabile". Mazzeo annuncia che denuncerà l'accaduto "alla polizia postale quello che sta accadendo e spero davvero che chiunque si celi dietro a questi gesti venga identificato e smascherato una volta per tutte". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Putin incontra To Lam: "Rafforziamo le relazioni tra Russia e Vietnam"

Meteo in Europa: caldo estremo in Italia e Serbia, tempeste e maltempo in Germania

Francia: tumori identificati con l'AI, svolta nella ricerca