This content is not available in your region

Botte a detenuto S.Vittore: per agenti condanne fino a 4 anni

Access to the comments Commenti
Di ANSA
'Punito' per denunce a Roma, quattro sono stati assolti
'Punito' per denunce a Roma, quattro sono stati assolti

(ANSA) – MILANO, 07 MAR – Sono stati condannati a pene
comprese tra un anno e mezzo e quattro anni di reclusione sette
agenti del carcere milanese di San Vittore imputati per le
violenze a Ismail Ltaief, un detenuto tunisino di 51 anni, tra
il 2016 e il 2017. Lo ha deciso questo pomeriggio la settima
sezione penale del tribunale di Milano. Altri quattro agenti
imputati sono stati assolti. Il pm titolare dell’inchiesta,
Leonardo Lesti, aveva chiesto condanne fino a 4 anni di carcere. Stando all’indagine, Ltaief, che si trovava in cella per un
tentato omicidio avvenuto nel cosiddetto “boschetto” di
Rogoredo, sarebbe stato ‘punito’ perché nel 2011, quando era in
carcere a Velletri (Roma), aveva denunciato degli agenti della
polizia penitenziaria – di recente assolti dalla Corte d’Appello
di Roma – per presunti furti in mensa e percosse. I pestaggi
sarebbero avvenuti pure per impedirgli di testimoniare nel
processo ‘bis’ davanti al Tribunale della cittadina laziale
sulla vicenda delle presunte ruberie (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.