This content is not available in your region

Ucraina: parte da Sardegna missione umanitaria per sfollati

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Verso confine polacco, nel convoglio una tonnellata medicinali
Verso confine polacco, nel convoglio una tonnellata medicinali

(ANSA) – CAGLIARI, 03 MAR – È guidata da un sardo, Claudio
Cugusi, presidente regionale di Anas Sardegna, la missione
nazionale della rete associativa di volontariato che porterà in
Ucraina una tonnellata di medicinali e condurrà poi in Italia
donne e bambini in fuga dal Paese assalito dalla Russia.
Dall’isola partono questa mattina circa dieci mezzi tra
ambulanze, van e fuoristrada. Raduno al Dopolavoro Ferroviario
poi il convoglio si allungherà con altri mezzi tra Capoterra,
Oristano e Nuoro per l’imbarco a Olbia in serata. Una volta
superato il Tirreno gli aiuti umanitari sardi si uniranno, tra
Bologna e Padova, a quelli della rete nazionale di Anas con
altri aiuti provenienti anche dal sud Italia.
“In questo momento – ha spiegato Cugusi alla partenza da
Cagliari – servono soprattutto medicinali. Per il ritorno la
rete Anas ha già ricevuto quattrocento richieste”. La meta è
quella del confine polacco. Lì c‘è già una delegazione Anas che
sta lavorando per la organizzazione della raccolta degli aiuti
che stanno per arrivare e per preparare la marcia di ritorno con
mamme e bambini. Ambulanze piene: ci sono pannolini, garze,
pomate per ustioni, sterilizzatori. E delle medicine per i
pazienti psichiatrici di Leopoli: una richiesta particolare
visto che da quelle parti i rifornimenti stanno iniziando a
scarseggiare. Coinvolti dalla Sardegna una quindicina di
volontari.
Intanto domani, su iniziativa di Accademia del soccorso ed Sos
Elmas partirà un autobus pieno di beni di prima necessità per
l’Ucraina. Lo stesso autobus porterà in Sardegna una cinquantina
di persone in fuga dalla guerra con priorità per donne e
bambini. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.