This content is not available in your region

Ucraina: parroco, "lotta tra bene e male,chi difende è bene"

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Ad Ancona serbo con nonni ucraini, "non si arrenderanno"
Ad Ancona serbo con nonni ucraini, "non si arrenderanno"

(ANSA) – ANCONA, 03 MAR – In Ucraina “è una lotta fra il
bene e il male e chi difende sta dalla parte del bene”. Parole
di don Mihajlo Korceba, parroco della chiesa di San Paolo
Apostolo di Ancona, guida della comunità ucraina nel capoluogo.
Nato in Serbia, ma con nonni ucraini, è stato “sommerso dagli
aiuti” inviati dai cittadini anconetani. “Ci sentiamo in dovere
di sostenere tutti quelli che stanno soffrendo la guerra -
afferma – e che stanno combattendo per la propria libertà. Ci
arrivano messaggi, chiedono le nostre preghiere perché si
sentono più forti: parliamoci chiaro, è una lotta fra il bene e
il male e chi difende sta dalla parte del bene”. “C‘è tanta solidarietà, ad Ancona e nelle Marche – spiega
parlando della raccolta di indumenti e medicinali destinata ai
profughi -: è partito tutto dai cittadini ucraini che vivono e
lavorano qua, quando si è sparsa la voce tutta la città di
Ancona ha riempito i centri di raccolta, e anche nella nostra
parrocchia siamo stati sommersi dagli aiuti. Anche la chiesta
ucraina in Italia si sta organizzando con vari punti di
raccolta, – riferisce il parroco – con tir che partiranno appena
riempiti alla volta del Paese assediato dalla Russia”. “Gli
ucraini? Non si arrendono e non si arrenderanno mai – dice don
Mihajlo -, non c‘è questa possibilità come Putin poteva pensare
potesse accadere”. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.