EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Giudici, Genovese ha evaso per pagarsi villa Ibiza e alcol

Motivi Cassazione su conferma sequestro da 4,3 milioni di euro
Motivi Cassazione su conferma sequestro da 4,3 milioni di euro
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 18 FEB - Alberto Genovese, l'imprenditore del web a processo a Milano con l'accusa di aver violentato, dopo averle rese incoscienti con un mix di droghe, due giovani modelle, avrebbe "utilizzato" la holding Auliv "a scopo di evasione" fiscale, per "gestire i flussi finanziari derivanti dalle sue attività e partecipazioni societarie" e per "provvedere al reperimento delle risorse necessarie per le sue attività personali", tra cui "l'acquisto e la ristrutturazione della villa a Ibiza" per 8 milioni di euro e "beni di lusso e consumo", come "ingenti acquisti di alcolici". Lo scrive la Cassazione nelle motivazioni della sentenza con cui a fine novembre scorso ha confermato il sequestro da 4,3 milioni di euro, disposto dal Riesame dopo che il gip l'aveva negato, a carico dell'ex 'mago' delle start up digitali accusato di reati fiscali, per gli anni 2018-2019. Reati contestati in una tranche dell'inchiesta condotta dal Nucleo di polizia economico finanziaria della Gdf di Milano, e sempre coordinata dai pm Paolo Filippini e Rosaria Stagnaro, ossia quella sulle sue movimentazioni finanziarie. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: Kiev mette pressione in Crimea, Mosca attacca le infrastrutture

Le notizie del giorno | 24 luglio - Mattino

Francia, Macron congela la nomina del primo ministro: "Ora concentrati sulle Olimpiadi"